Bibliòh

Sottopagine

- MLOL

Biblòh

Dall’anno scolastico 2018 – 2019 il nostro istituto ha aderito al Progetto Bibliòh!

(Di seguito l’articolo scritto dalla DS Proglio per il giornalino scolastico).

Cari ragazzi,

questanno partiremo con un progetto che spero susciterà il vostro interesse, così come ha suscitato quello dei vostri professori.

Siamo entrati a far parte della rete nazionale di biblioteche scolatiche Bibliòh!”, con lobiettivo di rendere le biblioteche del nostro Istituto luoghi sempre più accoglienti, vivi, in cui si possano apprendere cose interessanti, incontrare autori di libri per ragazzi, fare ricerche insieme...

La lettura è unattività arricchente, affascinante, che ci fa volare con l’immaginazione, a volte ci commuove, altre volte ci fa ridere o ci fa piangere, raccontandoci sempre qualcosa di noi stessi attraverso le storie degli altri.

Leggere significa anche fare ricerca nel modo giusto, sapendo reperire le informazioni, selezionandole e riorganizzandole, scoprendo collegamenti tra le cose, anche tra le diverse materie di studio, perché nel sapere, come dicono i francesi, tout se tient, cioè tutto è collegato, tutto è in relazione perché prodotto dalle potenzialità della mente e della sensibilità umana.

Con i vostri docenti provvederemo a catalogare i libri digitalmente, perché siano più facili da reperire, conservare e dare in prestito a chi lo desidera. Avremo inoltre la possibilità di accedere al prestito di e- book grazie alla piattaforma MLOL. Verrete inoltre coinvolti in progetti di realizzazione di elaborati multimediali come i book trailers e avrete modo di incontrare autori che verranno a presentare i loro libri.

Vi invito dunque a coltivare la passione per la lettura, a scoprire i vostri generi preferiti e anche a cimentarvi nella scrittura, perché possiate dare voce a ciò che siete, alla bellezza e alla profondità che si trova in ciascuno di voi.

Buon lavoro!

                 

   Il Dirigente Scolastico

Dott.ssa Wilma Proglio

 

La formazione

Il giorno 16 novembre si è svolto, presso la scuola secondaria di primo grado “Pertini” dell’I.C. “Quartiere Moretta di Alba, il corso di formazione sull’uso del programma “Clavis” per la catalogazione informatizzata delle biblioteche d’istituto. Al corso, tenuto dall’insegnante Antonella Biscetti di Torino e referente di Torino Rete Libri, hanno partecipato quattro scuole della provincia di Cuneo, Govone – Priocca, Neive, Canale che, insieme al nostro istituto sono inserite nel progetto Biblòh! 

 

Che cos'è Biblòh?

Biblòh nasce dall'idea di Angelo Bardini, Ambassador Indire: è un  formatore per divertimento e si occupa di fundraising. Ecco come Bardini spiega che cos'è Biblòh.

Dalla biblioteca (scolastica, territoriale) modello al modello di biblioteca (scolastica, territoriale, digitale) sostenibile Bibloh!. È da qui che si sviluppa l'idea Bibloh!; tante biblioteche fisiche con una nuvola di quotidiani, di contenuti digitali autoprodotti ed ebook condivisi.  Bibloh! è una rete di biblioteche scolastiche, territoriali, digitali, tra 12 scuole di ogni ordine di 10 province, e di 8 regioni. Bibloh! va da Cuneo a Favignana, passando per L'Emilia, l'Umbria, la Calabria, la Sardegna... Con la possibilità di includere scuole italiane all'estero. È rete aperta ad altre istituzioni scolastiche che ne faranno richiesta. L'organizzazione ha struttura piramidale, un gruppo di gestione di primo livello, un gruppo di progetto in ogni sede che diventerà successivamente, comitato biblioteca (personale della scuola, genitori, amministratori). La rete ha la funzione di condividere la progettazione e la realizzazione di biblioteche fisiche dove non presenti, di condividere buone pratiche didattiche, di proporre workshop di riscrittura analogica e invenzione narrativa in presenza e streaming, di proporre iniziative di educazione e promozione della lettura e formazione anche online, di migliorare la digital literacy, di pensare ad un setting tecnologico adeguato, di produrre contenuti digitali autoprodotti, ma soprattutto da un banner (Bibloh!) implementato sui siti di tutte le scuole verranno condivisi il digital lending e l'emeroteca digitale. La scelta di fare rete tra scuole geograficamente lontane ha l'obiettivo di stimolare le scuole ad un uso intelligente della rete e a lavorare tra loro utilizzando gli strumenti più adatti al secolo che viviamo (webinar, piattaforme, app, Skype e altre diavolerie). Parole chiave: rete, condivisione, territorio, sostenibilità, digital lending.

https://www.google.com/url?sa=t&source=web&rct=j&url=https://www.sfide-lascuoladitutti.it/programma/dalla-biblioteca-modello-ad-un-modello-di-biblioteca/&ved=2ahUKEwiE172AjInrAhUQC-wKHb7HCKMQFjAEegQIBRAB&usg=AOvVaw0lhkYuF9_U7qiB6i5JmbwI

La nostra scuola, aderendo alla rete, ha sottoscritto un contratto con la piattaforma MLOL (Acronimo di Media Library Online), ovvero biblioteca multimediale digitale. MLOL è un sistema che consente di utilizzare i principali servizi messi a disposizione dalle biblioteche fisiche.

Per quest’anno la scuola ha deciso di abilitare al prestito soltanto gli insegnanti del nostro istituto, ma prevediamo che in futuro la biblioteca digitale potrà essere aperta anche agli alunni e alle famiglie. 

Questo sito utilizza cookie tecnici per erogare i propri servizi.

Dettagli dei cookies